PROGETTO C.R.E.N.

a Korsimoro

Un quarto dei bimbi sottoalimentati del mondo vive nell’Africa sub-sahariana e un’alta percentuale è concentrata proprio nelle zone rurali del Burkina Faso. Qui la malnutrizione, sotto forma di carenza di vitamine e minerali essenziali, è una delle cause principali di mortalità dei bambini sotto i cinque anni, come conseguenza delle infezioni e delle altre malattie ad essa collegate. Quelli che sopravvivono tendono a soffrire di ritardi nella crescita e di altri gravi problemi di salute durante l’infanzia e l’adolescenza.

Il CREN, Centro di riabilitazione ed educazione nutrizionale, è destinato proprio ad accogliere i bambini malnutriti con le loro madri o con le petites mamas, le sorelle maggiori che aiutano le madri con i più piccoli

In Burkina, infatti, la malnutrizione non è causata solo dalla difficoltà di reperire il cibo, ma anche dall’incapacità di utilizzare correttamente le risorse disponibili.

Korsimoro è un comune rurale, situata nella provincia di Sanmatenga, nella Regione del Centro-Nord.

Il comune conta 30 villaggi e si estende su una superficie di 603,40 km quadrati con una popolazione di 46.907 abitanti e una densità di 78 abitanti a km quadrato.

Ma l’analfabetismo e la mancanza di conoscenze agricole rende tutto molto difficile e precario, tanto che numerosi sono i bimbi malnutriti che chiedono aiuto e sono seguiti quasi quotidianamente dalle suore della Sic (Soeur Immaculèe Conception) che gestiscono già un dispensario sanitario con annessa farmacia e una maternità.

Per il momento tutto si svolge all’interno del dispensario, dove gli spazi sono angusti, la sala d’attesa per mamme e bambini è comune a quella degli altri malati e, soprattutto, manca una cucina per preparare i cibi e insegnare alle mamme a farlo.

Di qui la necessità di creare un CREN accanto al dispensario, nel terreno di proprietà della Diocesi, da dare in gestione alle stesse religiose.

A Kosimoro operano già da anni anche i missionari della diocesi di Gorizia, che attraverso frate Maurizio, hanno realizzato una scuola professionale per falegnameria, edilizia, meccanica, saldatura e confezioni, con annessi mensa e collegio.


UN PROGETTO DA 28.000 EURO

Chiediamo l'aiuto di tutti per cercare di realizzarlo

Chi vuole vedere il progetto redatto dallo Studio ABR SERVICE di Ouagadougou ci contatti via mail


I CONTRIBUTI RACCOLTI

  • 610 euro: studenti scuola Cesarotti di Selvazzano
  • 80 euro: donazione giornalisti Mattino
  • 230 euro: contributo colombine solidali
  • 650 euro donazione Carla Malagoli
  • 20 euro donazione Simona Bracali
  • 210 euro donazioni
  • 20 euro donazione Barbara De Luca
  • 40 euro donazione Coop MAMMEINSIEME (Este)

CONTINUATE AD AIUTARCI 

(le donazioni effettuate attraverso bonifico bancario sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi)


MATTONI

10   20   30   40   50   60   70   80   90  100        100 MATTONI

10   20   30   40   50   60  70  80                       186 MATTONI



LE IMMAGINI

Potete vedere dove si trova Korsimoro,  le suore responsabili del Dispensario sanitario a colloquio con l'ingegnere che ha preparato il progetto e alcune immagini dell'esterno e dell'interno di un CREN con le stesse caratteristiche